Ettore Scola Felice Laudadio

Hermitage/Un Amleto di meno

di Carmelo Bene con C. Bene, L. Mancinelli. Italia 1968, 25’.v.o.

Una riflessione sulla solitudine dell’artista che, mentre sogna una madre-amante, finisce con lo scrivere lettere d’amore a se stesso.

a seguire

Un Amleto di meno

di Carmelo Bene con C. Bene, L.Cante, S. di Giulio, F. Leo, L. Mancinelli, L. Mezzanotte, I. Russo, Gi. Tuminelli, A. Vicenti. Italia 1973, 70’v.o.

Claudius uccide il re suo fratello e prende come amante la regina. Ma il “re nero” non ambisce la vendetta, bensì mettere in scena una commedia a Parigi. Si prepara l’incoronazione di Claudius e gli attori preparano i bagagli. Orazio, indignato da tanta leggerezza, racconta ad Amleto di avere visto il fantasma del re assassinato. Annoiato e turbato insieme, Amleto raccomanda il silenzio all’amico. All’incoronazione e all’annuncio delle prossime nozze, Claudius prega Amleto di restare e gli promette di finanziare le sue imprese teatrali. Il principe viene annoiato da Orazio e seccato da Ofelia che fa divenire pazza sino al suicidio. Polonio, che vuole studiare il “complesso d’Edipo” di Amleto, viene dallo stesso pugnalato. Amleto divide il suo tempo tra il cimitero e il teatro. Laerte, figlio di Polonio, pugnala Amleto sulla tomba di Ofelia; provoca un pasticcio …

Soggetto liberamente tratto da Jules Laforgue “Hamlet, ou les suites de le pitié filiale” (1877).

In programmazione
29/03 ore 22.30 Galleria 6
ingresso libero

Related Entries
© 2012 Bif&st - Tutti i diritti riservati - Credit: L'Arancia